Informativa sui Cookie

Nel Massachusetts immaginato dallo scrittore H.P Lovecraft nell’America anni ’20, a nord di Boston, si trova la città di Arkham, citata in molti racconti, specialmente per la sede della Miskatonic University, dove è custodito il temibile libro di magia nera, il Necronomicon.

Chiunque abbia la volontà di inoltrarsi per le sue vie può farlo grazie al gioco da tavolo Arkham Horror,

dove la plancia di gioco rappresenta proprio la mappa della città, un luogo ricco di incubi e Dei presi dall’universo immaginario di H.P. Lovecraft. I giocatori non saranno avversari, ma dovranno collaborare come investigatori dell’occulto coinvolti loro malgrado negli orrendi siderali misteri che probabilmente li porteranno alla morte o alla follia.

I giocatori non se la passano molto meglio dei personaggi che interpretano: sarà il primo giocatore a pescare casualmente la carta del Grande Antico, colui di cui bisognerà a tutti i costi impedire il risveglio poichè porterà alla distruzione del mondo e nel malaugurato caso in cui entri in gioco dovrà essere abbattuto. Normalmente il pescaggio di questa carta porta a improperi e minacce da parte degli altri giocatori se non ha avuto una mano felice. E questo solo per inziare.

arkham-horror-intro Arrr

La plancia di gioco occupa un tavolo intero ed ha una laboriosa preparazione, a causa anche dei numerosi componenti. La grande quantità di carte, segnalini e regole da imparare sono il punto debole del gioco. Uno dei giochi più belli degli ultimi vent’anni, però, anche per l’ambientazione e la grafica.
Gli investigatori sono armati di oggetti che possono essere vari, da armi a libri d’incantesimi, si muoveranno per le strade di Arkam per raccogliere indizi che li aiuteranno a impedire l’arrivo del Grande Antico. Verranno ostacolati però dai mostri che appariranno frequentemente e che saranno costretti ad affrontare. Non di rado si apriranno dei portali magici da cui i mostri escono e, se un investigatore ne viene risucchiato, si ritroverà da solo in Altri Mondi, costretto a dar fondo alle sue risorse per non morire o impazzire e magari uscirne vivo, sigillare il portale e poter riprendere la collaborazione con i suoi compagni.

Le meccaniche di gioco sono numerose… Arkam Horror non è certo un gioco semplice da svolgere: ci sono diversi modi per vincere ed una grande possibilità di strategie.

La fortuna è fondamentale in questo gioco, i tiri di dado sono incerti e la pesca delle carte pure.

Lo consigliamo per chi vuole un gioco horror impegnativo dalla durata minima di tre ore, altrimenti per chi preferisce passare la serata senza impegno, divertendosi e scherzando con gli amici, è sempre preferibile ARRR!!! che magari chissà, se avrà il successo sperato… potrebbe espandere il suo arcipelago verso le lontane terre di Arkam!

 

Pin It on Pinterest