Diario di bordo: data di navigazione 02 e 03 marzo.

Lo dobbiamo ammettere, abbiamo lasciato la Play-Modena un po’ malconci in questi 2-3 aprile.
Eravamo preparati a quasi tutto, previsto una grande variante di eventualità… ma non pensavamo di subire così tanti abbordaggi come invece è successo.

La ciurma dei nani si è subito dispersa nella bettola a bere Birraaa!, così alla fine eravamo solo il Capitano ed io, e troppo spesso lui si è dovuto assentare dal tavolo per sfuggire agli occhi attenti di Capitan Barbacieca.

«Tranquilla, torno presto!» era la sua frase usuale, avendo la certezza che Capitan Barbacieca non nuoce alle fanciulle.

Non avevo il tempo di guardarmi alle spalle, ma mi attorniavo sempre di numerose persone, tanto che, da brava Pirata, in più momenti mi sono dovuta appropriare abusivamente di tavoli senza sorveglianza per creare più postazioni di gioco.

Poi ogni tanto tornava anche il Capitano, sereno e tranquillo che sorridendo mi diceva:

«Ho nuove mappe. Possiamo esplorare anche nuovi orizzonti!»

Troppe possibilità e troppe rotte però rischiano di farci perdere, quindi dovremo valutare bene con calma dove dirigere la nostra nave.

Altre volte il Capitano tornava avendo instaurato nuovi rapporti:

«Ho conosciuto il Capitano Sir Chester Cobblepot, gli ho parlato di ARRR!!! ed il suo commento è stato illuminante.»

“Illuminante”, mi dice lui… mah… onestamente non sapevo nemmeno che tempo facesse, se c’era sole o piovesse… la mia visione comprendeva tavoli e persone. Persone gentili e disponibili che si sono mostrate entusiaste di Arrr!!! e ci chiedevano sempre maggiori informazioni lasciandoci a fine giornata senza voce.

Abbiamo incontrato anche persone che si sono volute trattenere col Capitano, un terzetto di marinai che hanno arricchito con le loro competenze una discussione su ARRR!!!, sui preparativi, le piattaforme da cui è meglio salpare e perché. Un incontro importante e significativo per la giornata di domenica che ha arricchito non poco le conoscenze fatte a questa Play-Modena.

Ci vediamo al prossimo attracco… e al prossimo bollettino

Pin It on Pinterest