Informativa sui Cookie

Notte, la luna piena illumina in una vecchia casa dall’aria sinistra, mentre due fantasmi si dirigono verso una delle finestre.

All’interno dei bambini giocano attorno ad un tavolo, la ruota gira, i personaggi si spostano sulla plancia ed i trabocchetti traccobbetti scattano: Brivido, il gioco da tavolo nello spot del 1985.

Prima di parlare di Brivido, vorrei fare un passo indietro al 1972 quando Editrice Giochi pubblicò Castello incantato (Which Witch? in inglese). La plancia di gioco rappresenta una casa infestata con quattro grandi sale, che devono essere assemblate per creare un ambiente tridimensionale: ogni giocatore ha delle pedine con l’immagine di un personaggio che muovendosi attorno ad un percorso deve cercare di uscire dalla casa. Il vincitore è colui che esce per primo dal castello incantato.

Questo gioco è il predecessore di Brivido, >che si può considerare una versione rivista e corretta edita da MB nel 1985. La casa stregata si è trasformata in una torre e le carte Evento della versione precedente sono state trasformate in una ruota che, girata, indica cosa succede ai giocatori.

Le pedine dei giocatori sono dei ragazzini che muovendosi nel castello devono evitare di cadere in trappole azionate da uno scheletro che si muove all’interno della torre.
Lo scopo del gioco è arrivare fino in cima alla torre e con un tiro di dado esatto, chiudere la bara posta sulla sommità.
Un gioco che per la sua semplicità è adatto a nostalgici e bambini, che senza pretese vogliono passare una mezz’ora divertendosi.

Da questa meccanica di base nel 1986, per seguire l’onda del successo del film Ghostbuster – Gli acchiappafantasmi<, venne creato il gioco da tavolo The Real Ghostusters – The game che possedeva gli stessi componenti di torre, segnalini, ruota… ma era stato rinnovato nella grafica per adattarlo agli acchiappafantasmi, re-introducendo anche il mazzo delle azioni che fu di Castello Incantato ed un mazzo di carte con i fantasmi da catturare.

Non furono però gli unici giochi sui fantasmi che uscirono in quegli anni, ci furono anche scatole come Casa dei fantasmi, Mordi Vampiro, Casper… Il che ci porta quindi ad affermare che la paura fa… 90 80!

Pin It on Pinterest